Eventos

 

 

 

 
 

CENA DI GALA PER IL 50º ANNIVERSARIO DELL’EDIFICIO ITALIA

 

 

12.12.2015  -  21:00

 

 

Contattare Sig.ra Silvana per prenotazioni tramite il telefono 011 3154-2904.

 

L'evento avviene il sabato 12 dicembre 2015, con l'orchestra "Sergio de Rosa".

 

 


 

 

 

JANTAR DE GALA PELO 50° ANIVERSÁRIO DO EDIFÍCIO ITÁLIA

 

Entrar em contato com a Sra. Silvana para reservas pelo telefone 011 3154-2904.

 

O evento acontece no sábado, 12 de dezembro 2015, com a orquestra "Sergio de Rosa".

 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
BELLISSIMA SERATA ITALIANA !
 
 
*****  MISS ITÁLIA JUNDIAÍ  *****
 
*****  MISS ELEGÂNCIA  *****
 
 
♪ ♪ ♪ ♫  DJ FANFULLA  ♫ ♪ ♪ 
( Leo Della'role )
 
 
TRAJE: BRANCO COMPLETO
 
============================================
 
Apenas R$40,00 com direito à bebida, frutas e arancina (típico salgado siciliano). "Bar à parte".
 
Haverá venda na porta pelo mesmo valor desde que não esgotem os ingressos, por isso siga o conselho de um Buon Amico Italiano: é melhor se prevenir!
 
 
INFORMAÇÕES & CONVITES:
 
(011)  4521-4210  /  3285-4597
 
contato@circolojundiai.com.br
 
 
CIRCOLO ITALIANO JUNDIAÍ
 
Rua Bom Jesus de Pirapora, 2832 - Vila Rami - Jundiaí - SP
 
============================================
 
L!STEN TO GOOD MUS!C & MANG!A CHE T! FA BENE 
 
 
 
 
 

 

 

 

 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
Av. Ipiranga, 344  { Edifício Itália }  -  Centro  -  São Paulo
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

Av. Ipiranga, 344  ( Edifício Itália )  -  Centro ,  São Paulo - SP

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

FESTA DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE

 
19 / SETEMBRO / 2015
 
 
Parte solene - 19h30
 
Missa celebrada pelo Pe. Giorgio Cunial, na capela da UBAC.
 
 
Parte festiva - a partir das 20h30
 
Show com música a cargo da BANDA TOQUE DE CLASSE.
 
 
Preço - Convite Individual
 
R$ 15,00  +  1 quilo de alimento não perecível.
 
Crianças até 10 anos não pagam convite. Comida e bebidas à parte.
 
 
Informações por telefone ou por e-mail:  (11) 2221-8386  /  ubac@terra.com.br
 
 
{ Travessa Casalbuono, nº4 - Vila Guilherme, São Paulo - SP }
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
EXPOSIÇÃO DO ARTISTA ADRIANO COLANGELO: “A MAGIA PIROGRÁFICA”
 
 
Inauguração: 18/06/2015, às 19h
 
Visitação: 19/06 a 17/07, de 2ª a 5ª, das 10h às 13h e das 15h às 17h. 6ª das 10h às 13h
 
 
{ENTRADA FRANCA}
 
 

 
 
Adriano Colangelo vive a sua expressão artística através de um processo inédito de pirografia sobre papel, cartão e grandes painéis de madeira. Aprimorou essa técnica no dia-a-dia da sua trajetória artística através de constante e incansável pesquisa de processos e materiais. Realizou inúmeras exposições em São Paulo, Rio de Janeiro, Porto Alegre, Curitiba, Nápoles, Roma, Toronto e Pinamar na Argentina.
 
 
Salão do Instituto Italiano de Cultura 
(Av. Higienópolis, 436 - São Paulo - SP)
 
 
 
 
 

 

 

 

 

19ª FESTA ÍTALO-SALTENSE
 
 
 
A festa é realizada nos dias 4, 5, 6 e 7 de junho de 2015,
 
no Pavilhão das Artes, na Praça Dr. Archimedes Lammoglia, Salto - SP
 
 
 
 
 
 
PROGRAMAÇÃO
 
 
 
04/06/2015 (QUINTA-FEIRA)
16:30  -  Chegada da Procissão de Corpus Christi e Missa no Pavilhão das Artes.
19:00  -  Cerimônia de Abertura da 19ª Festa Ítalo-Saltense
20:00  -  Coral "Etern'Italia"
21:00  -  Nino Cancioneiro e Grupo Expresso Gaúcho
 
 
05/06/2015 (SEXTA-FEIRA)
19:00  -  Cantor Ítalo-Saltense Humberto Vitale
20:00  -  Banda União Musical Gomes Verdi
21:00  -  Banda Livre Acesso
 
 
06/06/2015 (SÁBADO)
16:00  -  Corais da Cidade
18:00  -  Faces Ocultas
19:00  -  Primeiros Passos
20:00  -  Banda Hora Extra
 
 
07/06/2015 (DOMINGO)
16:00  -  Coral Som Maior
17:00  -  Coral da Associação Italiana "Giuseppe Verdi"
18:00  -  Canto da Terra
19:00  -  Vozes Afro
20:00  -  Cantor Jerry Adriani
 
 
Obs.: as comidas típicas italianas serão servidas pela "Street Chef" com "Food Trucks" de comidas italianas em parceria com as Entidades Assistenciais de Salto.
 
 
 
 
 

 

 
 
 
97ª FESTA DE SÃO VITO - RUMO AOS 100 ANOS!
 
 
23 de maio a 5 de julho de 2015, aos sábados e domingos
 
 
 
 
 
 
 
 
VOLUNTARIADO E TRADIÇÃO
 
Desde 1918, a colônia italiana do tradicional bairro paulistano do Brás realiza a Festa de São Vito, uma devoção religiosa do sul da Itália, que cruzou o oceano e agita a cidade de São Paulo, nas noites de sábado e domingo, a partir do dia 23 de maio, até 5 de julho.
 
 
15 DE JUNHO É O DIA DE SÃO VITO 
 
O padroeiro da cidade de Polignano a Mare, protetor dos artistas, das doenças nervosas, dos jovens e dos dependentes de drogas. Quando os primeiros imigrantes italianos deixaram a cidade de Polignano a Mare, na Puglia, jamais imaginariam que a devoção ao seu Santo Padroeiro se transformaria na maior festividade típica popular realizada fora da Itália. Nos sete fins de semana, a Festa de São Vito transforma o Brás no principal ponto de encontro para milhares de pessoas e dezenas de caravanas do interior e do país.
 
O jovem Vito recebeu formação cristã dos servos Modesto e Crescencia e, por isso, foi denunciado pelo próprio pai - Hila, um soldado romano - ao Imperador Diocleciano. Sem nunca renunciar sua fé, Vito foi torturado até a morte, em 15 de junho de 303 D. C., aos 15 anos de idade. Seus restos estão enterrados na cidade de Polignano a Mare e o milagre de suas aparições e curas ganhou devoção no sul da Itália e é comemorado aqui, com muita fé e alegria. 
 
 
RESPONSABILIDADE SOCIAL E A FORÇA DO VOLUNTARIADO
 
Organizada pela Associação Beneficente São Vito Mártir, a Festa é a principal fonte de recursos para a manutenção da CRECHE SÃO VITO, também conveniada com a Prefeitura de SP. São 100 crianças de 1 a 4 anos atendidas gratuitamente, em período integral. Nos 19 anos de existência, a Creche acolheu mais de 19 mil crianças.
 
 
SÃO AS MAMMAS DA SÃO VITO QUE APRESENTAM A TRADICIONAL GASTRONOMIA PUGLIESA 
 
Com pratos de dar água na boca. São senhoras, entre os 70 e 87 anos, carinhosamente chamadas de Mammas da São Vito, que colocam literalmente as mãos na massa para o preparo de iguarias típicas como a Guimirella (churrasco de fígado e folhas de louro), Spaghetti, Penne ou Ricchitelle al Sugo ou alla Puttanesca. Já o molho ou Ragú é um capítulo à parte: aromatizado com basílico fresco e tomates maduros, cozinha por horas a fio. Apreciadíssimas, a ficazza (pizza alta) e a ficazzella (pastel frito com tomate, mozzarella e orégano) agitam a cozinha ao vivo e a cores. E para saciar a gula sem culpa, doces típicos como: piccicatella, amaretti, castagnelle, pezza dolce e dormosa, além dos tradicionais doces de confeitaria. Na Festa, cerca de 100 voluntários trabalham nas barracas de comida.
 
 
 
 
 
 
 
 
SERVIÇO
 
Todos os sábados e domingos, de 23/05/2015 a 05/07/2015. 
Sábado: das 19h00 às 00h30. Domingo: das 19h às 23h.
 
 
ACEITAM-SE TODOS OS CARTÕES DE CRÉDITO
 
 
CANTINA [ Rua Fernandes Silva nº 96 - Brás, São Paulo - SP ]
 
Capacidade para 480 cadeiras em mesas de 20 (vinte) lugares numerados, com total visibilidade para o palco. 
 
É a única Festa Italiana no mundo em local coberto.
 
Convite individual:
 
* Sábado > R$ 65,00  
(com direito a: 1 antepasto, 1 prato de macarrão spaghetti ou penne, 1 ficazzella, cadeira e mesa numeradas)
 
* Domingo > R$ 30,00  
(com direito a: 1 prato de spaghetti ou penne, cadeira e mesa numeradas)
 
 
PRAÇA DE ALIMENTAÇÃO [ Rua Polignano A Mare, nº 255 - Brás, São Paulo - SP ] 
 
Com mesas de apoio sem cadeiras (espaço para mais de 3 mil pessoas por noite).
 
Entrada: R$ 5,00 (couver artístico). Crianças até 5 anos acompanhadas dos pais não pagam. 
 
BAR: Vinhos Importados e Nacionais, Cervejas, Refrigerantes e Água.
 
 
MÚSICA AO VIVO E PISTA DE DANÇA
 
> 23/05 a 14/06 - Banda Italianíssima Brasil
 
> 20/06 a 05/07 - Banda ECE Som Itália
 
 
PARA MAIORES INFORMAÇÕES:
 
www.associacaosaovito.com.br 
 
festasaovito@uol.com.br, contato@associacaosaovito.com.br
 
 
RESERVAS ANTECIPADAS SOMENTE POR TELEFONE:
Edméia ou Angela - Fones/Fax: (11)  3227-8234  /  3229-5678  /  3326-2957
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

CONCERTI IN BRASILE 2015

 

 

Martedì 5 maggio - Ore 20:00

 

 

L’Associazione Piemontesi nel Mondo di San Paolo, il Circolo Italiano di San Paolo e l’Istituto Italiano di Cultura organizzano un concerto con il Direttore d’Orchestra e Maestro di Coro Gianmario Cavallaro, con la partecipazione di una soprano ed un tenore brasiliani.

 

- Pianoforte: GIANMARIO CAVALLARO (ITA)

- Soprano: CLARISSA MONTI LETTIERI (BR)

- Tenore: PAULO MANDARINO (BR)

 

 

{ Salone delle Feste del Circolo Italiano }

 

 

Dopo lo spettacolo seguirà un bocconcino!

 

 

* INGRESSO LIBERO *

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------
 

 

M° GIANMARIO CAVALLARO

 

Direttore d’Orchestra, Maestro di Coro.

 

Chiamato a dirigere il Balletto di Mosca, debutta al Festival della Versigliana (Toscana) con la Prima Nazionale del “Lago dei Cigni”.

 

In questi anni è alla guida di importanti formazioni quali:

l’Orchestra del Bergamo Musica Festival, l’Orchestra Filarmonica Italiana di Piacenza, l’Orchestra Sinfonica del Teatro di Trieste, l’Orchestra del Festival Pucciniano, l’Orchestra “Domenico Cimarosa” di Avellino, l’Orchestra Sinfonica Nova Amadeus di Roma (della quale è direttore ospite dal 2007), l’Orchestra Accademia della Sardegna di Oristano, l’Orchestra Sinfonica del Teatro Coccia, l’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, l’Orchestra Filarmonia di Florianópolis (Brasile), ottenendo grandi consensi in importanti teatri.

 

Dopo il Diploma in Musica Corale e Direzione di Coro conseguito presso il Conservatorio di Parma, studia pianoforte, composizione, lettura della partitura, direzione d’orchestra sotto la guida di diversi insegnanti, perfezionandosi in direzione di coro con il M° Romano Gandolfi (per anni direttore del Coro del Teatro Alla Scala).

 

Si esibisce con successo in Italia, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Turchia, Svezia, Brasile in occasione di prestigiosi Festivals internazionali della musica tra cui il Primtemps des Arts di Montecarlo, il Musikfestspiele di Dresda,  il XXV festival internazionale di musica di Istanbul. Collabora più volte con l’Orchestra “I Solisti Veneti” diretta da Claudio Scimone.

 

Realizza concerti a Milano, Torino, Venezia, Firenze, Roma, Trieste, Mantova, Bergamo, Lucca, Pisa, Salerno, Avellino, al Festival della Versiliana, Torre del Lago, in Sardegna e in Sicilia...

 

Riceve favorevoli consensi dalle principali riviste nazionali di teatro come Opera, Il Corriere del Teatro, Tutto Danza, inoltre è presente in pubblicazioni quali: “Il Teatro Coccia e il suo tempo” di Aldo Masella e “Guardando in su verso la cupola” di G. Franco Capra, “L’entusiasmo del cuore” di C. Garavaglia. Partecipa a commissioni esaminatrici in Concorsi, audizioni teatrali per artisti del Coro, Cantanti solisti e Professori d’Orchestra.

 

 

ALCUNE TAPPE SIGNIFICATIVE:

 

Nel 2000 fonda l’Amadeus Kammerchor, si esibisce più volte nel Duomo di Milano e al Circolo della Stampa con frequenti apparizioni televisive.

 

Nel 2002 fonda l’Orchestra Filarmonica Amadeus. È nominato direttore stabile del Coro presso il Teatro dell’opera di Novara, “Fondazione Teatro Coccia”.

 

Dal 2004 al 2006 è Direttore d’Orchestra al Gran Ballo delle Debuttanti “Vienna sul lago”, ripreso dalle televisioni nazionali di RAI e Mediaset.

 

Nel 2004 dirige a Torino il Palazzo Lascaris (riprese televisive di RAI 3).

 

Nel 2006 è nominato Presidente di Commissione al Concorso Pianistico Nazionale “Lia Tortora” di Latina, riconfermato anche per l’anno 2008 .

 

Dirige le edizioni del Rotary Symphony organizzate dal Rotary Club “Roma Castelli Romani”. Nella Capitale ha diretto in prima assoluta mondiale la Suite per Archi “Souflè” di N. Preziosi.

 

Ad agosto 2009 il Balletto “Giselle” al 55° Festival Internazionale di Torre del Lago.

 

Nel 2010 il Gran Gala Lirico presso il teatro Capranica di Roma, oltre alla “Piccola Cantata Sacra” di Nicolini, sempre in prima assoluta alla guida dell’Orchestra Nova Amadeus. Dirige a Montecarlo in occasione del Festival di Musica Sacra.

 

Con il Balletto di Milano dirige “Romeo e Giulietta” di Ciajkowsky al Teatro Verdi di Trieste.

 

Nello stesso anno è invitato in Brasile per una serie di concerti.

 

A febbraio 2011 è al Teatro Gesualdo di Avellino, a maggio dirige il Requiem di Mozart a Roma e i Carmina Burana al Palacongressi di Arona (NO). A novembre 2011 la Messa S. Cecilia di Gounod per il Festival Cantelli.

 

A maggio 2012 è a São Paulo del Brasile presso il teatro del MUBE. Ad agosto 2012 compie una trasferta in Svezia.

 

Nel 2013 dirige il Ballo delle Debuttanti di Stresa con servizi televisivi di RAI 2,  a Lugano presso il Palacongressi dirige La Traviata in occasione dei festeggiamenti Verdiani.

 

Presidente di commissione al Concorso di Musica da Camera di Castel Gandolfo.

 

Nel 2014 dirige l’Opera Madama Butterfly di Puccini in Italia e in Svizzera. Dirige ad Avellino il Lago dei Cigni con il prestigioso Balletto di Mosca. Esegue una nuova tournée in Svezia.

 

È Maestro del Coro in occasione del concerto organizzato dell’EXPO 2015 di Milano dal titolo “conto alla rovescia” con Andrea Bocelli e l’Orchestra Sinfonica della RAI e l’Amadeus Kammerchor, trasmesso in mondovisione.

 

Tra gli impegni del 2015 una tournée in Canada e la direzione d’orchestra al Festival Lirico internazionale di Saarema (Estonia).

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

CLARISSA MONTI LETTIERI
Clarissa Monti Lettieri

 

Soprano
 

 

Formação

 

Coach: Ricardo Ballestero

 

Técnica vocal: Helly-Anne Caran

 

Abr-Mai/2012: Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Roma), especialização técnica com Valentina Marraffa

 

Masterclass: Eliane Coelho (Jul/2013), Giuseppe Sabbattini (Abr/2011)

 

Professores de canto: Neyde Thomas, Carlos Vial, Luis Tenaglia

 

XXV Oficina de Música de Curitiba (Jan/2007)

 

EMMSP: 2000-2005

 

 

Prêmios

 

III Concurso Jovens Cantores Líricos - Carlos Gomes (Set/2010): Finalista

 

9º Concurso Internacional de Canto Bidú Sayão (Abr/2011): Semifinalista

 

 

Óperas

 

Lola - Cavalleria Rusticana, P. Mascagni (Ago/2012 - Mogi Guaçu)

 

Mimi - La Bohème, G. Puccini (Dez/2010 - São Paulo)

 

 

Recitais

 

Soprano solista em O Messias de Händel (trechos) no Centro Cultural Banco do Brasil com regência de Karin Uzun (2013)

 

Música no Masp e Sesi de Música (2010 e 2011)

 

XXV Festival de Música de Curitiba, Teatro Guaíra (2007)

 

Quintas Musicais: Biblioteca Municipal Mário de Andrade, Theatro São Pedro e Sala Dinorá de Carvalho (2000 a 2005)

 

Festivais de inverno, Concertos do TLE (Teatro Lírico de Equipe), Festivais de Arte Sacra

 

 

Concertos

 

400 anos de São Luis do Maranhão (2012): Orquestra Sinfônica da Paraíba, regência Alberto Dantas

 

La Musica Napoletana in Brasile (2010): Orquestra Filarmonia Santa Catarina, regência Gianmario Cavallaro (Itália)

 

Messe de Minuit pour Nöel de Charpentier (2000): Orquestra de Câmara Paulista

 

 

Discografia

 

Cânticos da Salvação Eterna (2011), Celestial Sounds

 

Cânticos ao Cordeiro de Deus (2010), Celestial Sounds

 

 

Repertório

 

Donna Elvira

Don Giovanni

W. Mozart

Ilara

Lo Schiavo

C. Gomes

Liú

Turandot

G. Puccini

Lola

Cavalleria Rusticana

P. Mascagni

Micäela

Carmen

G. Bizet

Mimi e Musetta

La Bohème

G. Puccini

Nedda

Pagliacci

R. Leoncavallo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ein deutsches Requiem, Op. 45

J. Brahms

Requiem, Op. 48

G. Fauré

Stabat Mater

G. Rossini

Wesendonck Lieder

R. Wagner

 

 

Canções: R. Strauss, H. Duparc, F. Poulanc, R. Hahn, J. Brahms, F. Schubert, F. Mendelssohn, C. Gomes, R. Wagner, W. A. Mozart

 
 
-------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
PAULO MANDARINO

 

Tenor

 

 

Com sólida formação musical, Paulo Mandarino destaca-se no cenário lírico como intérprete de personagens que vão do clássico ao verismo. Ganhador da Bolsa Virtuose, concedida pelo Ministério da Cultura a profissionais consagrados, estudou na Accademia Lirica Italiana, em Milão, com o tenor Pier-Miranda Ferraro.

 

Apresentou-se em concertos nas cidades de Paris, Milão, Roma, Viena e Budapeste.

 

Em 2015, fará sua estreia no papel título da ópera Oedipus Rex, de Stravinsky e como Arnold em Guilherme Tell, de Rossini, no Theatro São Pedro, em São Paulo.

 

Alguns de seus papéis principais são Riccardo/Gustavo, em Un Ballo in Maschera., Duca di Mantova, em Rigoletto., Edgardo, em Lucia di Lammermoor., Rodolfo, em La Bohème., Cavaradossi, em Tosca., Pinkerton, em Butterfly., Hoffmann, em Les Contes d´Hoffmann., Idomeneo, na ópera homônima de Mozart. Na música de concerto, tem interpretado o Requiem e Inno delle Nazioni, de Verdi., Stabat Mater e Petite Messe Solennelle, de Rossini, e Réquiem, de Berlioz, entre outras obras.

 

 

 

 

 


 

 
 
 
EXPOSIÇÃO  “ I LOVE SICILY - A SICÍLIA EM SÃO BERNARDO DO CAMPO ”
 
 
 
 
 
 
A COMISSÃO DE EVENTOS DO MOMENTO ITÁLIA-BRASIL convida todos para a Exposição "I Love Sicily - A Sicília em São Bernardo do Campo", de 25 de abril a 30 de maio de 2015, na Pinacoteca Municipal, sita à Rua Kara, nº 105, Jardim do Mar, SBC - SP.
 
Patrocinada pela Secretaria de Cultura da Prefeitura do Município de São Bernardo do Campo, a mostra pode ser visitada entre as terças e os sábados, das 9h às 17h, e nas quintas-feiras até as 20h. Entrada gratuita.
 
Na solenidade de abertura, participação da Orquestra Filarmônica Carlos Gomes, e dos Corais Santa Cecília e Bicchieri D'Oro.
 
A realização é da Sociedade Cultural Brasilitália, cujo presidente é siciliano, e a atividade é organizada pela União Siciliana de Emigrados e Família (USEF), com a exposição de 38 fotografias e 15 pôsteres "Imagens e cores da Sicília", dos fotógrafos Giovanni Salvatore Cavalli, Roberto Strano e Pasquale Vaccaro, que retratam de várias formas a cultura e a beleza da principal ilha do Mar Mediterrâneo. As qualidades visuais passam por vários lugares e cidades como Palermo, Catânia, Agrigento e Ragusa, além dos teatros da Magna Grécia.
 
Workshops com Gianni Nuccio e Paolo Barone, este um dos mais renomados fotógrafos e diretores de arte.
 
O evento assim comemora a grande e marcante influência da imigração italiana no país, especialmente pela atuante colônia italiana de SBC, a qual desde l.877, tem colaborado no grande progresso e desenvolvimento da cidade, na difusão da cultura, costumes e tradições da Itália.
 
 
+ INFORMAÇÕES:
 
brasilitalia.momentoitalbrasil@gmail.com
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
{ ENTRADA FRANCA }
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 

 

 

A Festa imprescindível para "revigorar" os ares paulistanos nas quintas-feiras.

 

Se você gosta de coisa boa e classuda: COME TOGETHER

 

Com refinado leque musical que desafia as "reticências" da matemática,

demorou pra curtirmos uma "F!NE N!GHT" de verdade,

se deparando com ousadas e descomunais "espécies sonoras"

que "nadam", "voam" e "transitam" entre diversos universos musicais, como:

 

... ♪  <{Fuck!n'Grooves}>  <{$weet-House}>  <{Cool-D!sco}>  <{Hot-Breaks}>

 

<{H!p&Tr!p Hop}>  <{N!ce-Lounge}>  <{$exy-Jazz}>  <{$oul*Blues}>  <{Rocks&Ro!!s}> 

 

<{R!tmos-Ard!entes*Trop!délicos}>  <{Crazy-$ounds}>  <{Bombas !nstrumentais}> 

 

<{World H!ts}>  <{D!rty-Beats}>  <{$ecret-No!ses}>  ... ♪ ... ♪ ... ♪ ... ♪ ... ♪ ...

 

... e bem, precisamos continuar o texto, então olha aí:

 

INTERLÚDIO - traduzido do termo italiano original que se aplica na música:

"INTERMEZZO" - pode representar um "meio" para uma mudança, assim como

a intervenção de trechos que se intercalam para compor uma "obra". 

O nosso propósito é bem por aí, e

VOCÊ é um elemento essencial para nossa "composição",

na qual a harmonia é quem preside as "peças",

em ambiente acolhedor e cheio de conteúdo em todos sentidos!

Pode crer... ♪

 

 

♫  COMANDO MECÂN!CO / DJs  ♫

 

Leo Dellarole  <{b!rthday set}>

 

Vina Laghetto

 

 

 

✧ Special B-days ✧

Vem comemorar com a gente!

 

 

◕◕ VALORES ◕◕

Até 21h30 > Todos entram VIP

 

Após 21h30

Na lista: R$35 (R$5 de entrada + R$30 consuma)

Na porta: R$40 (R$10 de entrada + R$30 consuma)

 

* mande nomes até 16h do dia da festa para

▲ festa.intermezzo@gmail.com ▲

ou confirme sua presença no evento pelo Facebook:

facebook.com/events/1425559307739136

 

-------------------------------------------------------------------------

 

Bar Squat  { Alameda Itu, 1548 - São Paulo - SP }

Só é permitida a entrada de maiores de 18 anos. Leve documento com foto.

 

 

 

{ * An !dea by: S!S - Sound !s Soul * }

 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
Ciclo de Cinema Italiano -  mês de março - "L´Italia contemporanea e la sua gioventù"
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
Articolo di Paola Alessandra Taraglio     (editato dal Fanfulla)
 
 
 
Mancano ormai solo due mesi dall'inaugurazione dell'EXPO 2015 un evento internazionale straordinario che non riguarderà solo la città di Milano ma tutta l'Italia e che porterà nel nostro Paese migliaia di turisti da ogni parte del mondo oltre alle delegazioni di moltissimi Paesi esteri che saranno parte integrante dell'evento così come lo saranno gli stand che i medesimi stanno realizzando.
 
Si cercherà quindi di illustrare l'evento in modo molto tecnico per poter fornire quei dati che sono necessari ed indispensabili per avere un quadro reale che possa far capire cos'è L'EXPO in tutte le declinazioni del suo significato e soddisfare così quante più curiosità possibili.
 
Il fulcro della nostra descrizione sarà il nostro padiglione perché non solo ci rappresenta ma anche perché sarà la "NOSTRA VETRINA" offerta al mondo.
 
Il "Padiglione Italia: Palazzo Italia e Cardo" sarà il cuore del sito espositivo. L'intersezione tra il Decumano e il Cardo creano Piazza Italia uno spazio unico di visibilità ed incontro.
 
Vediamo di illustrare il luogo dove "l'Italia incontrerà il mondo" fornendo alcuni dati sia su Palazzo Italia sia sul Cardo.
 
Oltre a ciò indicheremo il palinsesto degli eventi "EXPO TO 2015": Torino per l'esposizione Universale di Milano collegando l'Esposizione stessa a quelle manifestazioni che sono state programmate nella nostra regione per catturare l'interesse dei visitatori dell'EXPO sottolineando che Torino, che dista solo 33 minuti di treno dalla sede espositiva, sarà certamente una delle mete del turismo che porterà in Italia migliaia di visitatori.
 
Ed ecco alcuni dati tecnici sul Padiglione Italia che ha uno spazio espositivo di 2.500 mq, spazi per eventi di 1.920 mq, spazi di rappresentanza per 2.350 mq e spazi per la ristorazione di 1.050 mq.
 
Il Cardo ha spazi espositivi per ben 4.350 mq, spazi per eventi di 820 mq, spazi di rappresentanza per 920 mq e spazi per la ristorazione di 1.100 mq.
 
I dati sopra riportati ci danno la misura della partecipazione italiana all'evento sotto il profilo tecnico ma assi importante è sottolineare la tipologia della nostra presenza all'EXPO.
 
 
MISSIONE ITALIA
 
Quali sono i cardini operativi della nostra partecipazione? Eccoli sotto elencati tratti proprio dalle comunicazioni ufficiali dell'EXPO:
 
Offrire al mondo una visione forte della qualità italiana per la salute e per la vita.,
Integrare Italia-museo con Italia-laboratorio.,
Potenziare gli strumenti al servizio dell'internazionalizzazione dei prodotti agroalimentari regionali, esaltandone le caratteristiche di unicità, valorizzando e tutelando i marchi e le qualità italiane.,
Rafforzare la vocazione turistica italiana, non solo con riferimento alla punte di eccellenza, ma avendo come obiettivo la valorizzazione dell'intero sistema Paese.
 
 
Ed ora approfondiamo il tema relativo a cosa rappresenta IL PADIGLIONE ITALIA a EXPO MILANO 2015 ed il suo significato.
 
Il Padiglione Italia è:
 
La "porta d'ingresso" del Paese, una straordinaria vetrina e laboratorio di relazioni internazionali, il biglietto da visita del Sistema Italia nel mondo.,
Una finestra sulla Storia del nostro Paese, capace di coniugare tradizione e innovazione, passato e futuro.,
Un luogo icona in grado di rappresentare il meglio delle eccellenze italiane legate al tema dell'EXPO
Un brand formidabile che potrà aiutare il nostro Made in Italy a penetrare in nuovi mercati e a trovare ulteriori opportunità di crescita.,
Soprattutto sarà il padiglione più atteso e visitato dal pubblico.
 
 
Qual è il tema individuato dal Padiglione Italia per articolare le tematiche generali dell'EXPO 2015? E' IL VIVAIO
 
La metafora del vivaio consente di mettere in luce numerosi aspetti della cultura e della società italiana in questa fase di cambiamento.,
- Un vivaio di idee giovani, proposte e soluzioni innovative e di buone pratiche per tutto il Paese e che il Paese offre alla comunità internazionale.,
- Uno spazio protetto, che aiuta i progetti e i talenti a germogliare.,
- Uno spazio di crescita, sviluppo, formazione.,
- Un laboratorio permanente aperto a tutti.,
- Uno spazio di visibilità per le energie fresche e giovani che operano nel nostro Paese, che intende coinvolgere le Università italiane, le sedi di ricerca e il mondo delle start up.
 
 
Ed ora diamo uno sguardo a quello che riguarda l'architettura del Padiglione Italia ed al suo concept architettonico.
 
Il progetto architettonico del Padiglione Italia si costruisce come una comunità intorno alla sua piazza: sarà il luogo in cui l'architettura-paesaggio-natura (natura/radici /foresta) e architettura-paesaggio-urbanità (vuoto/borgo/piazza) si incontrano e si fondono per dare vita al Paesaggio-Italia.
 
La sostenibilità ambientale è una delle caratteristiche fondamentali: Palazzo Italia è un organismo architettonico che garantisce il massimo equilibrio tra produzione e consumo di energia attraverso l'uso di tecnologie all'avanguardia.
 
 
Padiglione Italia e L'icona dell'Albero
 
L'Albero diventa l'icona centrale del padiglione, organizza gli spazi secondo una organica distribuzione dei contenuti e delle aree tematiche. Un simbolo che può espandersi in orizzontale, collegare i differenti spazi, specialmente nelle aree dedicate alle regioni e ai territori italiani.
 
 
Passiamo all'illustrazione della Distribuzione espositiva e dell'attività prevista.
 
Incontri sui territori: 6 seminari territoriali EXPO 2015 per l'Italia., Cagliari, Fabriano, Ferrara, Martinafranca, Palermo, Vercelli con una partecipazione prevista di 1.200 persone. Gli incontri saranno realizzati in collaborazione con Aaster e Censis.
 
 
Concetti acquisiti durante il percorso di ascolto
 
Sentimento di fiducia nell'Expo come evento catalizzatore.,
Desiderio di futuro.,
Necessità di esprimere orgogliosi un Popolo.,
Intelaiatura contadina quale componente fondamentale per il presente e il futuro dell'Italia.
 
 
Dimensioni caratterizzanti:
 
qualità di vita sul territorio.,
difesa del territorio.,
creatività.
 
 
Qual è il filo conduttore della nostra presenza e che lega gli avvenimenti che saranno programmati? Italia Paese della qualità e del bello con questa articolazione:
 
- Tipicità - diversità dei territori.,
Dobbiamo dare visibilità e rappresentazione alle forme concrete in cui si esprime la reinvenzione delle tradizioni nei territori.,
- La dotazione paesaggistica, artistica, culturale diffusa che diventa fondamento di dinamiche di sviluppo turistico, offerta articolata territorialmente anche in modo puntuale, ma sempre ad alta attrattività.,
- La tradizione agricola che innerva la potenza agroalimentare e agroindustriale e le tante filiere che ne discendono.,
- La qualità localistica della vita, con la tradizione comunitaria che si reinventa nelle nuove modalità di welfare e di relazionalità.,
- La creatività artigianale dell'innovazione incrementale che si meticcia con le nuove opportunità della potenza tecnologica e della creazione d'impresa.
 
 
Quali sono i soggetti caratterizzanti i futuri processi di sviluppo?
Giovani.,
Donne.,
Migranti.,
Imprenditori che vanno all'estero.
 
 
Ecco che qui si inserisce appieno la materia dell'emigrazione, sia nazionale che legata alle singole regioni italiane, Piemonte compreso, perché è chiaro che i nostri emigrati sono delle risorse attive in ogni loro manifestazione legata alla Terra d'Origine e, nel caso dell'EXPO, la loro capacità di rappresentare un forte "volano" per la nostra economia ed il nostro Paese è riconosciuta.
 
Un discorso a parte, ma sempre in quest'ambito, concerne gli imprenditori italiani che vanno all'estero e che costituiscono una rete di "Sistema Italia" oltre i confini del Paese, profondamente importante perché non solo esportano le eccellenze italiane ma possono stimolare una ricaduta economica interna ed esterna al nostro Paese perché fortificando "L'IMMAGINE ITALIA" non possono che stimolarne la conoscenza a 360°.
 
 
Passiamo a informarvi sia sulle LOCALIZZAZIONI del Padiglione Italia sia sul Palinsesto degli Eventi.
 
Padiglione Italia: localizzazioni
 
Nell'area del Decumano troveranno spazio L'UNIONE EUROPEA con spazi espositivi e di rappresentanza, Il PALAZZO ITALIA, anche qui con spazi espositivi e di rappresentanza.
 
Altri spazi saranno dedicati a VINO E OLIO, due delle nostre eccellenze riconosciute in tutto il mondo, che avranno uno spazio espositori, ed a REGIONI E TERRITORI che ovviamente avranno uno spazio dedicato ai loro espositori.
 
Nell'area del Cardo si collocano gli spazi espositivi dedicati al COLDIRETTI E SALUMI ed al CORPO UMANO che ovviamente è un "soggetto interessato" dall'EXPO dal momento che noi tutti ci alimentiamo o dovremmo poterlo fare visto e considerato che vi sono popolazioni che hanno troppo cibo e ne buttano una gran parte mentre ci sono popolazioni che non hanno cibo per poter vivere o anche solo sopravvivere.
 
Si è calcolato che se fosse possibile destinare il cibo buttato dai popoli troppo spreconi a favore dei popoli affamati, si riuscirebbe a dare da mangiare a questi ultimi ed ad avanzare ancora del cibo.
 
Lo spreco alimentare è veramente un problema enorme e, a tale proposito e per darvi la misura di cosa rappresenta questo spreco vi riporto una sintesi tratta da un articolo apparso sul sito http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/spreco-di-cibo che ben illustra di cosa stiamo parlando.
 
 
Lo spreco di cibo in Italia e nel mondo
 
Metà del cibo del mondo viene buttato nella spazzatura per uno spreco da 2 miliardi di tonnellate., così riporta l'istituto britannico IME. Come si può ridurre questo spreco?
 
La metà del cibo che prodotto nel mondo, circa 2 miliardi di tonnellate, finisce nella spazzatura anche se in gran parte commestibile. Questo dato è tratto da un rapporto di due anni fa dell'Institution of Mechanical Engineers, associazione degli ingegneri meccanici britannici.
 
Fanno parte delle cause di questo spreco le cattive abitudini di milioni di persone che non conservano i prodotti in modo adeguato, le date di scadenza troppo rigide apposte sugli alimenti, le "promozioni" per cui i consumatori comprano più del necessario ed i troppi passaggi del prodotto dal produttore al consumatore.
 
A fronte dei miliardi di tonnellate di cibo gettato nella spazzatura, c'è un miliardo di persone che non ha sufficienti risorse alimentari.
 
Lo spreco di cibo nel mondo. Un altro calcolo è stato fatto dalla FAO secondo cui oltre un terzo del cibo prodotto ogni anno per il consumo umano, cioè circa 1,3 miliardi di tonnellate, o si perde o si spreca e questo dato è tratto dallo studio intitolato Global Food Losses and Food Waste (Perdite e spreco alimentare a livello mondiale).
 
Lo studio afferma che i paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo sperperano, rispettivamente, 670 e 630 milioni di tonnellate di cibo ogni anno. Lo studio fu affidato dalla FAO all'Istituto Svedese per il cibo e la biotecnologia (SIK) per il Save the Food. Solutions for a world aware of its resources, del 2011. Soli nei Paesi industrializzati vengono buttate 222 milioni di tonnellate di cibo ogni anno: una quantità che sarebbe sufficiente a sfamare l'intera popolazione dell'Africa Sub Sahariana.
 
Lo spreco di cibo in Europa. In Europa, si spreca cibo per 89 milioni di tonnellate, cioè una media di 180 kg pro capite e lo spreco domestico maggiore si registra in Inghilterra, con 110 kg a testa. Seguono Stati Uniti (109 kg) e Italia (108 kg), Francia (99 kg), Germania (82 kg), Svezia (72 kg). "Il 42% degli sprechi alimentari in Europa avvengono tra le mura di casa", precisa Francesco Mele, responsabile della campagna contro lo spreco alimentare di Slow Food Italia.
 
Lo spreco di cibo in Italia. Da noi secondo il Barilla Center for Food and Nutrition ogni anno si buttano dai 10 ai 20 milioni di tonnellate di prodotti alimentari per un valore di circa 37 miliardi di euro pari ad un costo di 450 euro all'anno per famiglia., questo cibo che basterebbe a sfamare, secondo la Coldiretti, circa 44 milioni di persone.
 
Chi per motivi economici, che si sono aggravati negli ultimi 3 anni, chi per etica, chi per la sostenibilità ambientale, sono oltre 8 su 10 gli italiani che dicono no allo spreco alimentare, secondo il sondaggio Swg per Last Minute Market.
 
Per l' 8,7% "ognuno dovrebbe evitarlo", per l' 8,3 "andrebbe evitato per aiutare i bisognosi", per l' 8,3 "è immorale quando c'è chi muore di fame", per lƎ,2 "produce più rifiuti da smaltire" e poi seguono altre motivazioni quali: "è un difetto del sistema economico" (8,0), "è perdita di risorse che mette a repentaglio il futuro del pianeta" (7,8). Il 78% degli italiani chiede l'assunzione di responsabilità di ogni cittadino nel suo piccolo per evitare gli sprechi alimentari.
 
Il 67% del campione analizzato pensa a leggi che prevedono sgravi fiscali per chi adotta soluzioni anti-spreco donando le eccedenze e, per il 62% degli intervistati, nelle scuole deve essere insegnata la "neo-economia domestica" con corsi obbligatori che spiegano come sfruttare bene in cucina tutti gli alimenti.
 
Per l'Osservatorio sugli sprechi, che ha analizzato quelli domestici, in Italia si sprecano mediamente il 17% dei prodotti ortofrutticoli acquistati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini. Per ogni famiglia la perdita è di 1.693 euro all'anno.
 
 
Ed ora torniamo alla descrizione dell'EXPO 2015 ed al Palinsesto degli eventi: un grande contenitore per gli incontri e gli eventi per 184 giorni dell'Esposizione.
 
Si stima un palinsesto di circa 2.000 eventi nei 6 mesi di manifestazione, con un coinvolgimento atteso di almeno 2 milioni di visitatori.
 
Esempi di attività giornaliere:
- Attività proprie del Padiglione
- Attività con Ospiti internazionali/Stati ospiti
- Attività con Ospiti nazionali/Ministeri e altre Istituzioni
- Attività con Ospiti dalle Regioni ospiti
- Attività con Ospiti dalle città ospiti
- Attività con Aziende (sponsor e non sponsor)
- Dirette tv
- Dirette radio
- Dirette internet
- Attività per le scuole
- Show case serali (musica, danza, teatro)
- Cene tematiche divise per Regioni/Città (città capoluogo + cene regionali + cene di prodotto)
 
 
Che cosa accadrà durante l' Expo ?
 
Ecco l'attività mensile
 
Il programma generale nei sei mesi propone al momento una ripartizione secondo una combinazione di un tema materiale con uno immaginabile seguendo le linee guida del Padiglione:
 
Maggio  - mese della pasta e del design
 
Giugno  - mese del pane e della letteratura
 
Luglio - mese della frutta e delle arti
 
Agosto - mese dell'acqua e dello sport
 
Settembre - mese del vino e della musica
 
Ottobre - mese dell'olio e della moda
 
Questa suddivisione delle mensilità prevede eventi risolti al pubblico generico
 
 
Ed ecco l'elenco di altre iniziative che accadranno Durante l'EXPO:
 
Nel semestre si prevedono inoltre una serie di imprese rivolte ad imprese ed istituzioni nelle seguenti aree tematiche:
 
Maggio - sicurezza alimentare
 
Giugno - riqualificazione urbana e rurale
 
Luglio - sostenibilità e biodiversità
 
Agosto - cooperazione
 
Settembre - conservazione e creatività
 
Ottobre - innovazioni tecnologiche
 
 
Il programma è amplissimo e molto coinvolgente sia per ciò che attiene le iniziative sia per ciò che riguarda i tutti i soggetti coinvolti a livello Istituzionale ed internazionale. L'Expo è un'occasione unica, una vetrina eccezionale, un appuntamento con i Popoli del mondo e con le economie di moltissimi Paesi che stimano il nostro per le sue capacità produttive e per le sue risorse umane ed intellettuali.
 
Non è solo Milano che si mette in mostra ma l'Italia tutta e quindi tutti noi, come italiani, siamo coinvolti singolarmente affinché il nostro Made in Italy, e tutte le aziende che lo rappresentano e che ne hanno fatto un'eccellenza di cui andiamo orgogliosamente fieri, possano trarre i maggiori vantaggi possibili poiché, ben lo sappiamo, solo se sapremo cogliere ogni più piccola opportunità che l'EXPO potrà offrirci, potremo pensare di trarne un vantaggio che si riverbererà in ogni settore della nostra economia.
 
Ed è questo il risultato che tutti attendiamo dall'Esposizione Mondiale anche perché così è accaduto, negli anni, alle economie dei Paesi dove hanno avuto sede analoghe manifestazioni.
 
Il turismo è uno delle voci più interessanti del nostro Bilancio e certamente, questo dicono le agenzie di viaggio e le prenotazioni che stanno loro giungendo da tutto il mondo, ci fanno essere un po' ottimisti circa l'afflusso in Italia di un considerevole numero di turisti.
 
Il che significa, come è facile dedurre, una ricaduta positiva sui vari aspetti dell'economia ed anche, se il soddisfacimento è alto, un richiamo per altri flussi nel futuro.
 
Dal momento che i flussi turistici coinvolgeranno tutto il Paese ciascuno di noi sarà una "parte attiva dell'EXPO". Non è banale dirlo ma il nostro comportamento disponibile, trasparente e accogliente sarà il miglior biglietto da visita che ci contraddistinguerà come Popolo e come Nazione e potrà essere un volano di positività anche quando l'EXPO sarà terminata.
 
Questo è assolutamente da tenere presente per ridare, dell'Italia, un'immagine assolutamente accattivante a 360° a tutto il mondo e, per far ciò, ci vuole un impegno collettivo legato al nostro orgoglio ed alla nostra volontà.
 
 
N.B: Tutte le informazione sopra fornite sono state tratte dal Sito ufficiale: www.EXPO2015.org
 
 
 
 
 

 

 

 

 

GIORNO DEL RICORDO 2015

 

 

Domenica, 1º febbraio 2015, alle ore 11:00

 

Chiesa degli Immigranti - "Madonna della Pace"

 

{ Rua do Glicerio, 225  /  San Paolo - SP }

 

 

 

 

Ricorrendo l'anniversario della celebrazione del "Giorno del Ricordo" istituito dal Parlamento Italiano, con la Legge N° 92/2004, la Repubblica Italiana riconosce il 10 febbraio data fatidica dedicata alla memoria della tragedia degli italiani, vittime delle foibe e dell'esodo dalle loro terre nel secondo dopo guerra.

 

 

 

Le famiglie degli esuli Istriani, Giuliani, Goriziani, Fiumani, Dalmati, e tutti i simpatizzanti invitano alla Commemorazione della Memoria dei martiri massacrati nelle Foibe e dell'esodo, con una Santa Messa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

* FESTA DE SANTO ANTERO *

 

 

31 de Janeiro de 2015

 

 

 

 

 

UBAC - União Beneficente Amigos de Casalbuono

 

 

 

 

Missa: 19h30  -  rezada pelo Padre Giorgio Cunial

 

 

 

Parte Festiva: JANTAR NAPOLITANO BENEFICENTE

 

<  Jantar Dançante com Carlos Bonanni Show  >

 

 

 

Preço do convite: R$ 50,00 por pessoa ( bebidas à parte )  

 

* Crianças até 10 anos não pagam

 

 

 

Faça suas reservas por telefone com Lucia ( 011 2221-8386 )

 

ou via e-mail ( ubac@terra.com.br )  - até no máximo dia 26.01.2015 (segunda-feira) -

 

 

 

[ Travessa Casalbuono, nº 4 - Vila Guilherme / São Paulo - SP ]

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

PUBLICIDADE

Banner Banner Banner